Fernando Ortiz-H, Sviluppo aziendale Ibero-America Genesus Inc.

Il prezzo medio nazionale del peso vivo in Messico è di MX $ 36.70 / kg (0.98 USD/libbra)

JALISCO $ 35.20 / kg (US $ 0.94 / lb)

GUANAJUATO $ 35.75/kg (0.96 USD/libbra)

YUCATÁN $ 46.00/kg (UD $ 1.23/libbra)

SONORA $ 29.83 / kg (USD $ 0.79 / lb)

Visione futura dell’industria messicana della carne suina

L’Organizzazione messicana dei produttori di carne suina (Opormex) ha recentemente presentato la sua Vision 2035, segnando un passo significativo per l’industria della carne suina in Messico. Questa visione strategica, progettata per far avanzare il settore in modo globale, è stata evidenziata dal presidente esecutivo di Opormex, Jorge Ivan Espinosa Vázquez, che ha evidenziato otto aree chiave che rispondono ai bisogni più urgenti del settore:

1. **Governo aziendale e gestione**: implementare standard e pratiche di gestione per rafforzare la struttura e i processi interni.

2. **Politiche pubbliche e regolamentazione**: identificare i punti di forza e le opportunità nella regolamentazione e nelle politiche pubbliche del settore.

3. **Salute e produttività**: mantenere elevati standard di salute e produttività per soddisfare la domanda di carne suina.

4. **Posizionamento della carne di maiale**: evidenziare i benefici nutrizionali, il sapore e il prezzo competitivo della carne di maiale.

5. **Sostenibilità e benessere degli animali**: promuovere pratiche responsabili per garantire la sostenibilità e il benessere degli animali nella produzione di carne suina.

6. **Integrazione dei produttori nella catena del valore**: promuovere l'integrazione dei produttori nelle associazioni per sfruttare le opportunità nella catena del valore.

7. **Partecipazione dei membri**: Promuovere la partecipazione collegata e coordinata dei membri alle sfide di un settore sempre più competitivo.

8. **Intelligenza di settore**: migliorare la competitività attraverso l'analisi di informazioni tempestive sul settore.

Questi assi guida rappresentano un approccio globale per affrontare le sfide e le opportunità del settore della carne suina in Messico, garantendo un futuro sostenibile e prospero per il settore.

Nel 2024, l’industria messicana della carne suina presenta una prospettiva dinamica, con riduzioni della produzione in alcune regioni e crescita notevole in altre. Inoltre, i cambiamenti nel commercio internazionale stanno rimodellando il panorama delle esportazioni e importazioni globali di carne suina.

Secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), si stima che il Messico dovrà importare circa 1.35 milioni di tonnellate di carne suina, il che rappresenterebbe stabilità rispetto al 2023. Inoltre, il consumo di carne suina in Messico dovrebbe raggiungere il 2.7 milioni di tonnellate, con un incremento dell’1% rispetto all’anno precedente.

Riepilogo della scorsa settimana

  • Il Messico ha ridotto i suoi acquisti di carne suina fresca dagli Stati Uniti del 9% con 12.9 milioni di tonnellate, per un totale annuo accumulato di 226 milioni di tonnellate, ovvero il 9.4% in meno rispetto a un anno fa.
  • Il tasso di macellazione rimane ridotto in media dello 0.6 – 0.8% a settimana, chiaro indicatore del numero di scrofe eliminate, provocando un leggero aumento del prezzo dei suini a peso vivo.

Sonora, crisi nel settore della carne suina

Il prezzo medio dei suini vivi in ​​Messico è stato di circa $ 36 - $ 37 pesos per chilogrammo (0.96 - 0.99 US $ / lb). Tuttavia, a Sonora, questo indice è stato notevolmente più basso, inferiore a 30 dollari al kg (0.80 dollari USA/libbra), essendo il prezzo più basso a livello nazionale. Stati come Querétaro e Yucatán hanno raggiunto i 46 dollari al chilo (1.23 dollari/libbra).

La situazione relativa allo stato sanitario degli allevamenti di suini a Sonora è un altro punto critico che colpisce duramente il settore suinicolo, soprattutto a causa della PRRS.

Proposta della California 12 – Come se tutto ciò non bastasse, alla crisi dell’industria suina di Sonora si aggiunge un effetto esogeno. La California è stata un mercato naturale per la vendita della carne di maiale di Sonora. La Proposition 12 della California, tuttavia, ha avuto un impatto sui produttori di carne suina di Sonora, i quali hanno indicato che l’attuazione della Proposition 12 della California negli Stati Uniti ha comportato una maggiore limitazione delle esportazioni di carne di maiale verso quel paese, a causa delle restrizioni che impone.

Questa misura, entrata in vigore all’inizio di quest’anno, vieta la commercializzazione di prodotti a base di carne di maiale in California se provengono da scrofe allevate in spazi individuali inferiori a 24 piedi quadrati pro capite, anche se questi animali vengono importati da altre regioni.

Dall’anno scorso, le esportazioni messicane hanno subito un calo, registrando un calo del 3.6% negli Stati Uniti (6,164 tonnellate) alla fine dei primi due mesi del 2024. D’altro canto, le importazioni da quel territorio sono aumentate di quasi il 9% (237,662 tonnellate). Questa situazione congiunta sta influenzando i valori dei suini.

fonti

Gruppo di consulenza sul mercato agricolo GCMA

Porcicultura.com

quotidiano Tribuna

Condividi questo...
Condividi su LinkedIn
LinkedIn
Condividi su Facebook
Facebook
Tweet su questo su Twitter
Twitter

Categorizzato in: ,

Questo post è stato scritto da Genesus