Fernando Ortiz-H. Genesus Ibero-America Sviluppo aziendale

Le prospettive per le esportazioni di carne suina nei prossimi mesi sembrano incoraggianti, poiché i paesi dell'Unione Europea continuano con una produzione di carne suina in calo, la Cina presenta un mercato interno con prezzi più alti.

  • La scorsa settimana, il prezzo nazionale dei suini vivi è rimasto leggermente in calo dello 0.06%, rimanendo a 46.40 $ MXP al chilo, questo prezzo si sposta ben al di sopra dei prezzi registrati nel 2021 e nel 2020, con aumenti rispettivamente del 41.61% e del 57.57%.
  • Il prezzo della carcassa rimane senza movimenti settimanali con $ 61.65 MXP al chilo, che rappresenta una crescita annuale del 41.82%.
  • Il prezzo medio del peso vivo in Messico è del 47.28% superiore al prezzo pagato negli Stati Uniti, mentre il prezzo della carcassa presenta una differenza del 50.34%.

Mercato dei mangimi

In Messico i prezzi delle forniture mangimistiche continuano con la volatilità che li ha caratterizzati nel corso dell'anno, nella settimana 42 mais e sorgo hanno registrato una lieve contrazione settimanale rispettivamente dello 0.03% e dello 0.1%, invece il prezzo della soia da pasta si muove al rialzo con un aumento del 2% rispetto alla settimana precedente.

Mercati regionali

L'aumento dei prezzi della carne suina per due dei mercati domestici più importanti del Messico, Jalisco e Sonora, è stato altrettanto consistente negli ultimi due anni, stabilendo prezzi record in entrambi gli stati, come possiamo vedere nel grafico seguente

Esportare

Sebbene con la crescita, le esportazioni di carne messicana iniziano a ristagnare. Da gennaio a settembre le esportazioni messicane di carne di maiale, manzo e pollo sono state pari a 443,659 tonnellate, in crescita dello 0.7% rispetto al 2021, questo per un valore superiore del 2.1% a quello dello stesso periodo dello scorso anno, chiudendo il fatturato a 2,513.4 milioni di dollari.

L'Agricultural Markets Consulting Group (GCMA) ha riferito che, per quanto riguarda le esportazioni di pollame, la carne suina è stata la carne con il minor volume venduto (2,777 t.) e quella che ha subito il calo più consistente, chiudendo il periodo a -22%; il valore cifrato una contrazione del 7% a 4.3 milioni di dollari. e il prezzo per tonnellata più alto di quasi il 20%, con un totale di 1,562 dollari.

EXPORT DI SUINI MESSICANI IN CALO DELL'11% – La carne di maiale ha avuto un andamento negativo in calo dell'11.3%, 177,400 t sono state immesse all'estero. per un valore di 720.1 milioni di dollari; Nel caso del valore per tonnellata, è salito del 4.9%, per avere un indicatore di 4,060 dollari.

Infine, la carne bovina è stata l'unica proteina animale che ha riportato un impatto positivo, con spedizioni superiori dell'11.2% rispetto al 2021, per un export di 263,482 tonnellate; Nonostante il valore per tonnellata sia sceso del 4.4% (6,790 dollari), i ricavi totali sono stati superiori del 6.3% rispetto all'anno precedente, chiudendo a 1,788.9 milioni di dollari.

TASSO DI CAMBIO USD/MXP

Infine, il dollaro contro il peso messicano. La valuta messicana mostra un avanzamento maggiore nei confronti del dollaro, sceso a livelli che non si vedevano da fine febbraio 2020. Ha preso fiato dopo i suoi continui rialzi da mesi (che interessano altre parti del mondo più del Messico). Tuttavia, questo dollaro in calo è rialzista per le materie prime negoziate negli Stati Uniti, come gli scambi agricoli che continuano sulla Borsa di Chicago (CME) e gli input diretti nelle loro negoziazioni. operazioni agricole, commerciali e agroindustriali.

fonti

Porcicultura.com

3TRES3

Grupo Consultor de Mercados Agrícolas (GCMA)

Condividi questo...
Condividi su LinkedIn
LinkedIn
Condividi su Facebook
Facebook
Tweet su questo su Twitter
Twitter

Categorizzato in: ,

Questo post è stato scritto da Genesus