di: Paul A. Anderson, Direttore generale Sud-est asiatico / Direttore vendite internazionali, Genesus Inc.

ประเทศไทย

La ripresa dell'industria suinicola thailandese incontra un intoppo. L'aumento dei costi dei mangimi, la PSA incontrollata e la riduzione dei prezzi dei suini stanno ostacolando la ripresa dell'industria suinicola thailandese. I prezzi delle farine di mais e soia sono aumentati anno dopo anno di quasi il 50% a partire da maggio, raggiungendo rispettivamente 12.95 THB/kg (0.37 USD) e 23 THB/kg (0.67 USD).

Secondo la Thai Swine Raiser Association, il gruppo nazionale di allevatori di suini del paese, i costi complessivi di produzione di suini in Thailandia sono balzati a 98 THB/kg (2.84 USD). Allo stesso tempo, il governo sta controllando i prezzi dei suini vivi a 100 THB/kg (2.9 USD). Inoltre, il prezzo dei suinetti svezzati (7 kg di peso in media) continua a salire e ha raggiunto a maggio 3000 THB (87 USD). Tutti questi fattori stanno allontanando i produttori di medie e piccole dimensioni dal ripopolamento.

Inoltre, i produttori, temendo la trasmissione di ASF, si rifiutano di introdurre scrofette sostitutive della F1. Invece, selezionano invece femmine di suino commerciali per accoppiarsi e riprodursi, il che a lungo termine ostacolerà la produttività della produzione di suini in quegli allevamenti e aumenterà i loro costi di produzione per gli anni successivi.

Il numero di nuovi casi di PSA sembra essere in calo, ma rimane dilagante in Thailandia. I tanti allevamenti già colpiti dalla PSA in tutto il Paese stanno cercando invano di riprendere la loro attività.

La motivazione a far progredire l'attività suinicola tra i produttori è in declino. Ciò aggraverà ulteriormente la carenza di carne di maiale in Thailandia.

Philippines

I prezzi medi del peso vivo su scala nazionale rimangono elevati. A fine marzo 2022, il prezzo registrato era di 188 PhP per kg (3.60 USD); a fine aprile era di 196 PhP per kg (3.76 USD). Il prezzo filippino è uno dei più alti al mondo. I fattori chiave di tali fenomeni sono i seguenti:

  1. È il quadro reale dell'equilibrio tra domanda e offerta dopo l'epidemia di PSA.
  2. L'effetto globale dell'alto costo della materia prima per mangimi.
  3. Gli elevati costi energetici e di trasporto sono determinati dai prezzi elevati del carburante.
  4. C'è un'abbondanza di reddito/denaro disponibile in giro perché è un anno elettorale.

Le scorte di carne di maiale congelata sia locale che importata stanno diminuendo. I dati del National Meat Inspection Service (NMIS) dell'11 aprile mostrano una diminuzione del 16% delle scorte rispetto al numero della settimana precedente e una diminuzione del 18% rispetto al mese precedente. Un chiaro segno che c'è un volume minore che entra nei congelatori.

L'anno scorso, il Presidente ha firmato l'Executive Order #134, che ha modificato i dazi all'importazione sulla carne fresca, refrigerata e congelata e allo stesso tempo ha consentito un aumento del volume minimo di accesso. Questo sarà in vigore fino a maggio 2022. Ma dato lo scenario globale di aumento dei prezzi delle carni suine, sembra esserci un rallentamento nelle importazioni.

Per citare un articolo intitolato "NPPC: le Filippine devono estendere le tariffe di carne di maiale più basse" pubblicato sul National Hog Farmer il 2 maggio, "Sotto le tariffe più basse e la quota più elevata, le esportazioni di carne di maiale dagli Stati Uniti alle Filippine sono aumentate di quasi il 79% nel 2021, superando i 204 milioni di dollari rispetto ai 114.5 milioni di dollari del 2020. Ma con la scadenza del MAV più elevato, le esportazioni di carne di maiale sono diminuite drasticamente nel primo due mesi del 2022, con l'industria statunitense che ha inviato solo 13 milioni di dollari rispetto ai 28 milioni di dollari dello stesso periodo dell'anno scorso".

Paolo Pacis, rappresentante della Meat Importers and Traders Association (Mita), ha affermato che il governo dovrebbe mantenere tariffe più basse sulla carne importata fino alla fine di dicembre poiché i prezzi della carne di maiale sui mercati internazionali sono aumentati del 50% e si prevede che il picco dei prezzi rimarrà fino a quando nella prima parte del 2023. Ciò ha suscitato proteste da parte del settore locale di produzione di carne di maiale, chiedendo al governo di ripristinare le tariffe sui prodotti a base di carne importati, sostenendo che i tagli tariffari "non ha abbassato in modo significativo il prezzo della carne di maiale". (Fonte: https://newsinfo.inquirer.net)

Prezzo Filippine

 Aprile 2021Febbraio 2022Marzo 2022Aprile 2022
Market Hogs (LW) PHP/kg191181188198
Scrofe abbattute PhP/kg100102113120

Gli sforzi di ripopolamento del Dipartimento dell'Agricoltura attraverso il loro Progetto INSPIRE (Iniziative Nazionali Integrate di Produzione Suina per il Recupero e l'Espansione), sono ancora in corso. C'è un ampio budget per sostenere i programmi di espansione e ripopolamento; ma, secondo i produttori di carne di maiale che hanno già subito colloqui e valutazioni preliminari, gli ostacoli sono così alti che i candidati alla fine perderanno interesse ad avvalersi del suddetto programma di sostegno del governo.

Al momento della stesura di questo articolo, Robina Farms della Universal Robina Corporation nella provincia di Bulacan sta conducendo una prova sul campo per un vaccino contro la PSA dalla Chulalongkorn University in Thailandia. Come riportato, la prima parte del processo è già conclusa e ha mostrato buoni risultati. La seconda fase comporterà uno studio challenge che inizierà nelle prossime settimane. Il team di gestione di Robina Farms insieme al Bureau of Animal Industry ha già contattato il Segretario del Dipartimento dell'Agricoltura e ha presentato i primi dati. Se la sperimentazione continuerà sulla sua strada verso il successo, il team chiede una sovvenzione per l'acquisto dei vaccini per l'uso nelle fattorie commerciali locali.

Vietnam

Il prezzo del maiale ora è di 54,000 – 57,000 vnd/kg al nord; 54,000 – 57,000 vnd/kg al centro; e 55,000 – 60,000 vnd/kg nel sud. La media nazionale sarà di circa 56,000 vnd/kg. (2.43 USD) (Fonte: https://vietnambiz.vn)

Secondo i dati del Dipartimento generale delle dogane del Vietnam, nel primo trimestre del 2022, il Vietnam ha esportato 3.42 mila tonnellate di carne e prodotti a base di carne, per un valore di 14.13 milioni di dollari, in calo del 24.1% in volume e del 17% in valore rispetto allo stesso periodo del 2021

Secondo il Dipartimento dell'Industria e del Commercio, ad aprile, il fatturato delle importazioni del Vietnam di mangimi e materie prime è stato stimato a 125 milioni di dollari, in crescita del 5.6% rispetto al mese precedente. Nei primi 4 mesi del 2022, il fatturato delle importazioni di mangimi e materie prime è stimato in 232 milioni di dollari, in calo del 40.3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. (Fonte: http://nhachannuoi.vn)

Dall'inizio dell'anno ad oggi, il prezzo dei mangimi per animali è aumentato di 4 volte, mentre il prezzo del maiale è aumentato solo leggermente. Di conseguenza, i piccoli agricoltori si trovano ad affrontare una situazione in cui più animali allevano, più perdono, ogni maiale vivo venduto dalla stalla in questo momento può perdere fino a 500,000 VND o 21.70 USD (Fonte: http://nhachannuoi.vn)

Il vaccino ASFV candidato, ASFV-G-ΔI177L, è stato selezionato per un ulteriore sviluppo e commercializzazione, che include una valutazione approfondita delle sue caratteristiche di sicurezza. I risultati hanno mostrato che l'ASFV-G-ΔI177L inoculato nei suini di 6-8 settimane di età è sicuro e non ha la capacità di indurre malattie locali e sistemiche. Sebbene i risultati siano molto promettenti, il rilascio ufficiale di un vaccino contro la PSA deve ancora essere annunciato.

(Rapporto di studio completo: https://www.mdpi.com/1999-4915/14/5/896/htm#sec3-viruses-14-00896).

Condividi questo...
Condividi su LinkedIn
Linkedin
Condividi su Facebook
Facebook
Tweet su questo su Twitter
Twitter

Categorizzato in: ,

Questo post è stato scritto da Genesus