2013GlobalTechBanner786

High Temps + Siccità = Aflatoxins

Di Pat Hoffmann, DVM - Direttore della Salute e della Biosicurezza

E-mail phoffmann@genesus.com

Le alte temperature prolungate e le condizioni di siccità record per gran parte della cintura di mais negli Stati Uniti di quest'anno hanno reso possibile che il raccolto di mais fosse già stressato e soggetto ad aflatossine. Come molti sanno, stiamo già iniziando a sentire molto intorno all'industria suina su queste potenti micotossine.

L'aflatoxina è una tossina prodotta dai funghi Aspergillus Penicillium. Vengono prodotte quattro tossine principali (B1, B2, G1, G2). La tossina B1 è della massima importanza, ma tutte le tossine sono potenti epatotossine. Esistono differenze legate all'età perché, come la maggior parte delle altre tossine, gli effetti dipendono dalla dose dalle dimensioni e dalla composizione del corpo. Ciò fa sì che i giovani suini allattati o svezzati siano più sensibili. Quando la tossina viene ingerita da scrofe e scrofette che allattano, i metaboliti vengono trasmessi alla prole attraverso il latte.

Le aflatossine non sono influenzate dal caldo, dal freddo o dalla luce. Sono anche incolori, inodori e insapore. Rilevarli nel grano è spesso difficile a causa delle basse concentrazioni e della distribuzione non uniforme all'interno dei contenitori del grano. Più granella viene spostata, più accurato è il test. Il test dal campo al cestino è problematico.

Gli effetti clinici delle tossine includono una ridotta assunzione di mangime, guadagno medio giornaliero ed efficienza alimentare. La tossina è anche immunosoppressiva. Pertanto, un segno comune di aflatossicosi può spesso includere un aumento della prevalenza di malattie secondarie precedentemente controllate.

La maggior parte delle malattie è subacuta o cronica a causa dell'ingestione quotidiana di quantità minori nel tempo. I segni di aflatossicosi cronica che danneggiano il fegato includono una riduzione delle dimensioni complessive, fibrosi o cicatrici e ascite. Questa patogenesi è chiamata cirrosi.

L'ingestione di una grande quantità di aflatossina che causa una malattia acuta può manifestarsi come morte improvvisa, sanguinamento eccessivo o emorragia e ittero. In questo caso il fegato può essere gonfio, grasso e aree di necrosi (morte cellulare prematura).

La diagnosi clinica dell'aflatossicosi è spesso difficile a causa della variazione dei segni clinici e delle lesioni macroscopiche. Le infezioni secondarie aumentano la difficoltà. Tuttavia, l'invio di campioni di mangime e biopsie epatiche sono i passaggi iniziali per una diagnosi. La prognosi dei suini che già mostrano segni clinici è generalmente infausta, ma dipende dalla gravità del danno epatico.

Il processo di distillazione nella produzione di etanolo può concentrare le tossine 3X in DDGS. Un maggiore utilizzo di DDGS nelle diete dei suini potrebbe potenzialmente portare a una maggiore incidenza di aflatossicosi.

In sintesi, l'aflatossicosi è una malattia associata a una ridotta assunzione di mangime, a un ridotto guadagno medio giornaliero e a una ridotta funzionalità epatica. Queste condizioni sono spesso viste insieme a un aumento delle malattie secondarie. L'aflatossina è anche considerata cancerogena nell'uomo.

I contributi a questo articolo sono stati fatti:
  • Il dottor Steve Ensley, tossicologo veterinario, Iowa State University
  • Manuale della malattia di suini, 4th Ed. EJ Neuman, A. Ramirez e KJ Schwartz, 2009
 
Condividi questo...
Condividi su LinkedIn
LinkedIn
Condividi su Facebook
Facebook
Tweet su questo su Twitter
Twitter

Categorizzato in:

Questo post è stato scritto da Genesus